SCUOLA DI CUCINA | CINQUE CUOCHI, UNA PASTICCERA E UN PIZZAIOLO: SI SONO DIPLOMATI ALL’ACCADEMIA ITALIANA CHEF

//SCUOLA DI CUCINA | CINQUE CUOCHI, UNA PASTICCERA E UN PIZZAIOLO: SI SONO DIPLOMATI ALL’ACCADEMIA ITALIANA CHEF

Empoli –  13 Gennaio 2014. Si sono svolti ad Empoli, gli esami della Scuola di Cucina che hanno messo alla prova ben cinque allievi provenienti dal corso di cuoco Professionista, uno dal corso di Pasticceria e uno dal Corso di Pizzaiolo.

Serena Pacini, allieva proveniente dal corso per Pasticcera Professionista, Gaia Cellini, Valentina Casini, Lorenzo Savoi, Simonetta Natale, Gianluca Guzzetta e Jonathan Orlandi, gli allievi provenienti dal corso di Cuoco Professionista e Antonio Rinaldi, proveniente dal corso di Pizzaiolo Professionista. Questi i nomi dei sette bravissimi neodiplomati.

I sette corsisti hanno colpito e affascinato l’intera commissione d’esame durante tutto il tempo della prova. Gli entusiasmanti risultati raggiunti da ognuno di loro sono stato frutto di un attento lavoro e impegno durante le lezioni in Accademia e durante lo stage. La loro passione e la loro volontà di apprendere e perfezionarsi li hanno premiati, facendo loro raggiungere dei risultati davvero positivi.

SERENA PACINI – PASTICCERA PROFESSIONISTA
La commissione è rimasta colpita per la soffice pasta dei suoi crossaints e per la perfetta consistenza della sua treccina. Molto particolare la creazione, su un pan di spagna leggermente bagnato e con 2 diverse stratificazioni, di mousse al cioccolato. Estro e tecnica hanno distinto la dolce prova d’esame di serena che adesso è una professionista pronta a deliziare i palati dei golosi più esigenti!

ANTONIO RINALDI – PIZZAIOLO PROFESSIONISTA
Antonio ha scelto di preparare, come base per le sue pizze, un impasto toscano composto da 600 gr di farina 00 e 350 gr di farina di semola, lasciato lievitare per 3 ore.
Le pizze proposte da Antonio erano tutte magnifiche, la sua “Pizza Pugliese” con olive taggiasche, salamino piccante e doppia mozzarella. ha colpito particolarmente la commissione per la croccantezza dell’impasto e l’equilibrio degli ingredienti.
“Un esame impeccabile”, questo il commento dei docenti a fine prova!

GAIA CELLINI – CUOCA PROFESSIONISTA
Un bell’esame fatto a regola d’arte, quello proposto da Gaia. Tutti i piatti che la candidata ha proposto alla Commissione in fase di esame hanno colpito i docenti, i quali hanno comunque sottolineato la presentazione, la combinazione di sapori e le tecniche di preparazione del  il turbante di branzino in crosta di sesamo con patate brunoise a dadolata avvolte nel branzino.

VALENTINA CASINI – CUOCA PROFESSIONISTA
Valentina si è distinta particolarmente per l’antipasto a base di un cheesecake di salmone e per le particolari tagliatelle alla carbonara di broccoletti e profumo di limone che hanno dato dimostrazione di un elevata competenza professionale raggiunta.

NATALE SIMONETTA – CUOCO PROFESSIONISTA 
Natale ha colpito la commissione per l’ottimo percorso culinario presentato in fase di esame con piatti estrosi ed egregiamente curati in tutti gli aspetti.
Molto particolare è stata la sua minestra di ceci e farro con code di scampi su panatura di grissini, una vera delizia culinaria.
Uno dei commenti fatti dalla Commissione: “Strabravissimo“.

LORENZO SAVOI – CUOCO PROFESSIONISTA
Lorenzo si è distinto in tutto il suo percorso. L’antipasto di vellutata di fagioli con gamberone avvolto nella pasta Kataifi (asiatica) e fritto ha colpito la commissione. Molto particolare il risotto su barbabietola rossa in contrasto di calamari al nero di seppia.

GIANLUCA GUZZETTA – CUOCO PROFESSIONISTA
Gianluca ha colpito la commissione per le tagliatelle tirate a mano, equilibrate e perfette nel loro genere, rese ancora più speciali grazie alla rivisitazione del sugo alla puttanesca e gamberi e servite su un emulsione di olio, acciuga e capperi.
Molto particolare il suo dessert che ha permesso a Gianluca di confermare la sua elevata preparazione raggiunta.

JONATHAN ORLANDI – CUOCO PROFESSIONISTA 
Jonathan ha proposto un menù a base di piatti molto particolari e ben presentati.
Ha colpito la commissione i tagliolini alla puttanesca rivisitata con gamberi.
Molto particolare la tagliata di tonno in crosta di pistacchi su segato di carciofi all’agro in cialda di pecorino.