SCUOLA DI CUCINA | L’ACCADEMIA ITALIANA CHEF DIPLOMA 17 NUOVE PROMESSE DEL GUSTO

//SCUOLA DI CUCINA | L’ACCADEMIA ITALIANA CHEF DIPLOMA 17 NUOVE PROMESSE DEL GUSTO

gruppoOttWEbSabato 13 Febbraio 2016 presso la sede centrale dell’Accademia Italiana Chef si è riunita la commissione d’esame presieduta dalla critica gastronomica Vanessa Tarchiani. Obiettivo della giornata, valutare il gruppo di candidati arrivati in sede per sostenere le prove di esame previste al termine dei loro percorsi formativi e volte al conseguimento del Diploma.
Gli allievi del corso di Cuoco e Pasticcere sono stati attentamente esaminati a livello teorico attraverso un esame scritto e hanno dovuto affrontare anche una prova pratica che li ha visti impegnati nella presentazione di piatti e dessert.
Tutti i candidati hanno dimostrato di aver raggiunto ottime competenze professionali e hanno superato le prove ottenendo il loro Diploma.
Un ringraziamento particolare va alle strutture che hanno accolto gli allievi nel periodo di stage di formazione lavoro, passaggio fondamentale per una formazione ulteriore che li ha resi abili e professionali.

Senza-titolo-1DSC_0018NICOLA D’AMICO – DIPLOMATO DEL CORSO DI CUOCO PROFESSIONISTA
Nicola ha presentato alla Commissione la sua “Cremosità fatta gambero”, un piatto a base di pesce scelto per la sua passione per i sapori del mare. La sua lasagnetta di pasta fresca realizzata a mano con crema di burrata, lime grattugiato, gambero e pistilli di zafferano è stato decisamente originale.
Il piatto ha colpito per il suo sapore fresco e avvolgente e per il gusto dolce e raffinato del gambero che ben si è sposato con gli altri ingredienti. e’ piaciuto, e il gambero rosso da dolcezza piaciuto alla commissione.

DSC_0055Senza-titolo-1FRANCESCA FUMAGALLI – DIPLOMATA DEL CORSO DI CUOCO PROFESSIONISTA
Francesca ha voluto sottoporre alla valutazione della commissione un piatto diverso e originale, per questo ha proposto un tagliolino al cacao con pistacchi, impreziosito da un gustoso condimento ha base di gamberi, capasanta, pomodorino e peperoncino. La Commissione ha evidenziato il perfetto equilibrio tra la farina e il cacao che ha regalato una pasta dal sapore molto raffinato e dalla consistenza ottima. Degna di nota anche l’estetica del piatto: molto curata e briosa.

DSC_0065Senza-titolo-1SIMONE CORRAINE – DIPLOMATO DEL CORSO DI CUOCO PROFESSIONISTA
L’idea di Simone era quella di presentare un piatto che fosse la sintesi della sua vita. Sardo di origine, triestino di adozione, ha deciso di proporre la sua “Fioritura di terra e mare con salsa Charlotte”, ovvero dei Ravioli di baccalà mantecato alla triestina, con bottarga, zafferano di sua produzione e riduzione di aceto balsamico. La Commissione ha apprezzato il piatto nel sui complesso ed è rimasta colpita dall’ottimo sapore della salsa e dalla cura estetica della presentazione.

DSC_0078-oSenza-titoloMARCO MAUGERI – DIPLOMATO DEL CORSO DI CUOCO PROFESSIONISTA
Marco ha presentato la rivisitazione di un piatto che lo lega molto alla tradizione culinaria della sua famiglia: la caponata. Ha infatti presentato un involtino di zucchine con interno di caponata, crema di pomodorini secchi e mandorle. Il piatto si è distinto per il suo sapore decisamente gradevole e per il mix di consistenze differenti, la morbidezza delle verdure è stata interrotta dalla croccantezza della mandorla: un contrasto curioso e piacevole.

DSC_0045Senza-titolo-1OLHA SOLOKHA – DIPLOMATA DEL CORSO DI CUOCO PROFESSIONISTA
Un piatto dall’aspetto primaverile, colorato e curato è quello con cui Olha ha sorpreso la Commissione durante la sua prova pratica d’esame. La candidata ha infatti proposto una torta di fegato di maiale con salsa di carote e cipolle e panna acida. La Commissione ha apprezzato molto l’originalità del piatto dal punto di vista concettuale e dal punto di vista del gusto. Olha ha dimostrato maturità professionale estro e competenza.

Senza-titolo-1DSC_0027-oJURI TODESCHINI – DIPLOMATO DEL CORSO DI CUOCO PROFESSIONISTA
Manualità, competenza, fantasia e capacità organizzativa sono gli elementi emersi dalla valutazione del piatto che Juri ha presentato durante la sua prova prativa. I suoi “pizzoccheri in abito da sera”, ovvero dei ravioli realizzati con l’impasto classico dei pizzoccheri e conditi seconda la ricetta tradizionale hanno entusiasmato la Commissione che ha apprezzato il bilanciamento degli ingredienti dal punto di vista delle quantità e dei sapori.

DSC_0037Senza-titolo-1FRANCESCA GIORGI – DIPLOMATA DEL CORSO DI CUOCO PROFESSIONISTA
Francesca è originaria di Lucca per questo ha deciso di presentare un piatto che omaggiasse la sua città. Per questo ha realizzato un primo piatto a base di tortelli alla lucchese con il ragù. Il ripieno di mortadella, spinaci, carne, pane, pecorino e uovo è risultato ben amalgamato, saporito e persistente al palato. Molto buono e ben insaporito anche il ragù, grazie all’aggiunta di alloro, rosmarino e salvia

Senza-titolo-1DSC_0009GIANLUCA PIETRONI – DIPLOMATO DEL CORSO DI CUOCO PROFESSIONISTA
Gianluca, romano, vanta una storia di amore per l’arte culinaria che nasce tra fornelli odorosi di una cucina semplice e genuina, ma densa di sapori forti, decisi e tradizionali. Per questo, per onorare le sue origini, ha presentato una deliziosa variazione del classico “cacio e pepe”, ovvero un primo piatto di tagliolini con cacio, pepe e tartufo: un grande trionfo di gusto e profumi. 

DSC_0180Senza-titolo-1TONINO BIRRA – DIPLOMATO DEL CORSO DI CUOCO PROFESSIONISTA
Tonino ha presentato un ottimo abbinamento tra un secondo di pesce e un contorno. Ha infatti proposto dei gamberoni di Mazzara del Vallo al passito con flan di cime di rapa. L’accostamento è piaciuto tantissimo alla Commissione per il contrasto tra il sapore dolce e più amato nel complesso. Anche l’aggiunta dei pomodorini, che ha dato un tocco sfizioso alla preparazione, ha piacevolmente entusiasmato i palati della Commissione

Senza-titolo-1DSC_0212ALESSANDRO SANTONI – DIPLOMATO DEL CORSO DI CUOCO PROFESSIONISTA
Alessandro ha realizzato un piatto prendendo spunto dagli insegnamenti ricevuti nel Ristorante in cui ha fatto lo stage, dove ha avuto modo di preparare piatti a base di pesce. Il suo piatto, chiamato “Spada a modo mio” è stato un trionfo di sapori. Il candidato ha infatti preparato degli involtini di pesce spada con un ricco ripieno di gamberi, gomasio, mollica di pane saporita e mandorle. L’aggiunta dell’uvetta al piatto gli ha permesso di bilanciare i sapori del pesce e aggiungere un piacevolissimo sapore dolciastro.

DSC_0171Senza-titolo-1STEFANO VALERIO – DIPLOMATO DEL CORSO DI CUOCO PROFESSIONISTA
Stefano ha presentato Una rivisitazione di un piatto povero della tradizione pugliese, caratterizzato da genuinità e sapore, un piatto che per Stefano è ricco di ricordi e di significati. Le mezzelune di cicoria su letto di vellutata di fave hanno stupito per il loro gusto e per il raffinato bilanciamento delle consistenze. Il piatto è stato un’ottima dimostrazione della competenza, della manualità e dell’estro creativo, tre caratteristiche distintive di Stefano.

DSC_0200Senza-titolo-1FABIO IOVINELLA – DIPLOMATO DEL CORSO DI CUOCO PROFESSIONISTA
Fabio ha sottoposto alla valutazione della Commissione un primo piatto a base di linguine al pistacchio con lardo di colonnata e spolverata di curry. La Commissione ha evidenziato la ricchezza di sapore del piatto, raggiunta da Fabio grazie ad una una scelta attenta e una tecnica di cottura particolarmente curata di tutti gli ingredienti. Semplice, ma non scontata, anche la presentazione del piatto.

DSC_0163Senza-titolo-1LUCA PAGANI – DIPLOMATO DEL CORSO DI CUOCO PROFESSIONISTA
Amante dei sapori orientali e incuriosito dall’opportunità di aggiungerli ai classici della cucina italiana, Luca ha presentato un piatto chiamato “Morbido di polpo con crema di ceci e patate, clorofilla di coriandolo e curry di Giordania”. Il polpo è stato marinato con il curry e ripassato in pentola: una procedura che ha consentito a Luca di ottenere un polpo particolarmente saporito e morbidissimo, apprezzatissimo dalla commissione.

Senza-titolo-1DSC_0192VALERIO TARANTO – DIPLOMATO DEL CORSO DI CUOCO PROFESSIONISTA
Valerio ha proposto una curiosa e sfiziosa rivisitazione della pasta alla amatriciana che ha colpito per l’originalità, il gusto pieno e raffinato e la presentazione frizzante e curata.
Il candidato ha infatti presentato dei bucatini all’amatriciana, al profumo di arancia e spuma di pecorino toscano dop. Questa realizzazione ha consentito all’allievo di dimostrare uno spiccato senso creativo e una competenza professionale di estremo livello.

Senza-titolo-1CARMEN TIMEA GYORKI – DIPLOMATA DEL CORSO DI PASTICCERE PROFESSIONISTA
Carmen ha presentato un tris di paste da colazione composto da un bombolone e un cornetto alla crema e una treccia di sfoglia friabile, dimostrando un’ottima manualità e una conoscenza approfondita delle preparazioni e delle tecniche. Come torta creazione ha poi presentato un cestino di croccante di mandorle affettate e tostate con di profiteroles ripieni di crema pasticcera alla vaniglia e glassatura al cioccolato fondente. Ottime tutte le realizzazioni di Carmen che ha raggiunto un lodevole livello professionale

Senza-titolo-1GRETA PROVINCIALI – DIPLOMATA DEL CORSO DI PASTICCERE PROFESSIONISTA
Greta ha proposto una linea di paste da colazione di diversi formati, diverse farciture e aromi, accomunate da una consistenza raffinata e da un sapore delicato e persistente al palato. Come torta creazione ha presentato “Dolce Febbraio”, una realizzazione dall’aspetto raffinato e dal sapore delizioso, arricchite con rose in cioccolato temperato e panna al caffè. La torta è frutto di un’intelligente e creativa rivisitazione del Tiramisù, il dolce preferito di Greta.

Senza-titolo-1LARYSA DYACHENKO – DIPLOMATA DEL CORSO DI PASTICCERE PROFESSIONISTA
Larysa ha dimostrato alla Commissione passione e impegno durante il suo intero percorso formativo. Ben riuscita l’intera linea di pasticceria da colazione, gustosa e curata nella tecnica di preparazione. Come torta creazione ha proposto la “Torta Primavera”, un’elaborata rivisitazione di una torta tipica dell’Ucraina, la sua terra di origine. Originalità, estro e ottimi sapori hanno caratterizzato tutte le produzioni pasticcere di Larysa.