CORSO DI CUCINA | CREMA DI ZUCCA E SPINACI CON CAPASANTA CROCCANTE

/CORSO DI CUCINA | CREMA DI ZUCCA E SPINACI CON CAPASANTA CROCCANTE
CORSO DI CUCINA | PRIMO PIATTO
CREMA DI ZUCCA E SPINACI CON CAPASANTA CROCCANTE
DI DIEGO MONTAGNOLI
DIPLOMATO CORSO DI CUOCO PROFESSIONISTA
INGREDIENTI PER 4 PERSONE:

Ingredienti per la crema di zucca:

– 500 g di zucca
– 200 g di patate
– 25 g di cuore di porro
– 65 g di burro
– 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
– 5 cl di Amaretto di Saronno
– sale
– pepe
– mezzo cucchiaino da caffè di cannella
– ½ litro di brodo vegetale

Ingredienti per la crema di spinaci:

– 100g di spinaci
– 2 spicchi d’aglio
– sale
– succo di ½ lime
– olio extravergine di oliva

Ingredienti per la capasanta:

– 4 capesante
– semi di papavero
– 200 g di pasta kataifi decongelata

PROCEDIMENTO PER LA PREPARAZIONE:

Tagliare la zucca e la patata in piccolissimi quadrettini (per ottenere una cottura più rapida). Dopodiché, in una padella antiaderente, far sciogliere il burro, aggiungere un cucchiaio di olio extravergine di oliva e far soffriggere velocemente il porro tritato. Aggiungere zucca e patata, rosolare per 1 minuto circa a fuoco deciso, sfumare con metà dell’Amaretto di Saronno, aggiungere cannella, sale, pepe. Lasciare cuocere per 10 minuti circa bagnando con il brodo vegetale. Frullare la crema con il minipimer (se la crema risulta troppo liquida si può aggiungere amido di mais, se troppo densa si può allungare con altro brodo). Realizzare un cubo di zucca con lato di circa 2 cm e cuocerlo in acqua e l’altra metà di Amaretto di Saronno, lasciandolo abbastanza sodo. In un’altra padella saltare velocemente (1-2 minuti) gli spinaci con un cucchiaio di olio e gli spicchi d’aglio interi (che poi verranno eliminati). Salare e frullare con il minipimer aggiungendo il succo di lime e olio extravergine di oliva a filo. Far freddare la crema di spinaci e versarla in un biberon (la crema di spinaci potrà essere preparata prima e conservata in frigo ed essere poi scaldata velocemente inserendo il biberon in acqua calda). Ungere la parte superiore delle capesante (utilizzare la noce) con dell’olio e cospargervi i semi di papavero. Avvolgere le capesante nella pasta kataifi e farle saltare in padella con olio extravergine fino quando la pasta kataifi diventa croccante (in alternativa si può realizzare un cestino di pasta kataifi, fritto o al forno, e cuocere a parte le capesante). Disporre la crema di zucca in un piatto fondo. Con il biberon tracciare, sulla crema di zucca, delle linee di crema di spinaci. Immergere nella crema il pezzo di zucca cotto in acqua e Amaretto di Saronno e adagiarvi sopra la capasanta avvolta nella pasta kataifi. Guarnire a scelta con germogli e/o erbe e/o fiori commestibili

DIEGO MONTAGNOLI, DIPLOMATO DEL CORSO CUOCO PROFESSIONISTA