CORSI DI CUCINA | DUE CUOCHE E UN PIZZAIOLO PROFESSIONISTA PER I CORSI: 3 NUOVI TALENTI

//CORSI DI CUCINA | DUE CUOCHE E UN PIZZAIOLO PROFESSIONISTA PER I CORSI: 3 NUOVI TALENTI

16 Novembre 2013 – Si sono svolti presso la sede bolognese dell’Accademia Italiana Chef  I corsi di Cucina per gli esami che hanno visto protagoniste Elena Sala e Maria Antonietta Cristiani, allieve del corso di Cuoco Professionista e Sumeet Malik, allievo del Corso di Pizzaiolo Porfessionista, di origine indiana, ma cresciuto in Italia.

La Commissione dopo aver attentamente esaminato gli allievi si è ritenuta orgogliosa e soddisfatta per i risultati raggiunti dai tre diplomandi che adesso sono pronti per entrare con successo nel mondo della ristorazione.

CORSO PIZZAIOLO PROFESSIONISTA

SUMEET MALIK
Ha esordito con una pizza margherita classica formata da un impasto composto per il 65% da farina tipo “0” e per il restante 35% da farina di semola.
La “Pizza IBRIDA“, una creazione secondo la fantasia dell’allievo, richiesta in sessione d’esame per testare le capacità tecniche e creative degli allievi, è stata particolarmente apprezzata dalla Commissione. Una via di mezzo tra un calzone ed una pizza normale condita con salamino piccante, carciofini, salsiccia, funghi e prosciutto cotto che ha colpito per il suo gusto esclusivo e l’impasto egregiamente riuscito.

CORSO CUOCO PROFESSIONISTA

ELENA SALA
Ha esordito con un antipasto a base di pane Carasau arrotolato su una patata allo zafferano, impreziosito da una salsina di rosmarino, porri e formaggio di malga. Ha poi proposto un primo composto da un tortino a base di riso venere nero, zucchine, frutti di mare e salsa di ananas, al quale ha fatto seguito un filetto di platessa arrotolato e legato con un filo di erba cipollina, marinato all’anice, menta, verbena ed erbe aromatiche di montagna, accompagnato da patate al forno.
Per finire Elena ha proposto un delizioso tortino di farina di castagne e burro, con ripieno di pere, cioccolato ed amaretti. Con il suo menù Elena ha dato prova di aver acquisito le nozioni apprese durante le lezioni e perfezionate durante lo stage previsto dal Corso e di essere pronta per il suo ingresso nel mondo professionale.

MARIA ANTONIETTA CRISTIANI  
Ha portato sul tavolo della Commissione un menù a base di ricette preparate nel rispetto della tradizione emiliana, ma rivisitate con un tocco di estro e maestria, acquisiti e perfezionati durante il corso.
L’originalità e la fantasia hanno regnato sovrane nello studio del menu di esame da parte di Maria Antonietta, la quale oltre a dimostrare una grande capacità tecnica ha dato prova di coraggio e creatività, due doti che sono decisamente necessarie in un cuoco professionista. Degne di nota sono state infatti le sue portate, a ciascuna delle quali Maria Antonietta aveva dato un nome particolare e decisamente simpatico.
Maria Antonietta ha proposto un antipasto di polenta tostata in forno con lardo, rosmarino e salvia ed aringa impanata, accompagnato da salsa di cardo e porri, dei tortelloni, fatti rigorosamente a mano, ripieni con patate di Bologna, cotechino, parmigiano invecchiato 36 mesi e formaggio “maggino” (molto simile allo squacquerone).
I tortelloni sono stai seguiti da un secondo piatto a base medaglioni di maiale con una riduzione di melograno, arancia e vino novello, accompagnati da cicoria selvatica fresca e pancetta croccante.
In conclusione ha deliziato i palati e gli occhi dei docenti con una ciambella rustica ripiena di ricotta e miele ed aromatizzata con melograno, glassata con arancia e vaniglia.

Ai Neo Diplomati vanno ancora una volta i Complimenti della Commissione e di tutto lo Staff dell’accademia Italiana Chef!