CORSO DI CUCINA | CORSO PER CUOCO PROFESSIONISTA: QUATTRO ALLIEVI SI SONO DIPLOMATI PRESSO L’ACCADEMIA ITALIANA CHEF

//CORSO DI CUCINA | CORSO PER CUOCO PROFESSIONISTA: QUATTRO ALLIEVI SI SONO DIPLOMATI PRESSO L’ACCADEMIA ITALIANA CHEF

Bologna – 25 Gennaio 2014. Quattro nuove promesse della ristorazione si sono diplomate presso la sede bolognese dell’Accademia Italiana Chef  al Corso di Cucina per Cuoco Professionista.
Si sono svolti sabato 25 Gennaio gli esami che hanno visto 4 allievi, provenienti dal corso di Cuoco Professionista, destreggiarsi egregiamente tra i fornelli  per dare prova delle abilità e delle competenze acquisite durante le lezioni in aula e perfezionate durante il periodo dello stage previsto dal programma del corso.
Sandro Bellucci e Daniele Gorini, questi i nomi dei docenti presenti in Commissione d’esame; Elisabetta Righi, Federico Tamenghi, Gianluca Angelini e Roberto Flavio Martinez sono invece i nomi degli allievi chiamati a sostenere l’esame.
Tutti, con grande stupore, entusiasmo e soddisfazione da parte della Commissione, hanno dato prova di grandi capacità culinarie, dimostrando un elevato livello di preparazione.

ELISABETTA RIGHI – CUOCO PROFESSIONISTA
Per antipasto ha proposto un interessante “Bignè di gamberoni in salsa agrodolce”, seguito da un primo piatto a base di passatelli asciutti con pomodorini, cozza e gamberi. Il secondo piatto che Elisabetta ha deciso di presentare è stata una parmigiana di melanzane con pesce spada con contorno di insalata rustichella e pane croccante, il tutto condito da una vinaigrette di olio e limone.
Il menù di Elisabetta, decisamente ben studiato in tutti i suoi aspetti, dalla presentazione, all’accostamento dei sapori, è stato concluso con il dessert “torta tenerina” con crema di mascarpone al marsala, una vera coccola per il palato della commissione.

GIANLUCA ANGELINI – CUOCO PROFESSIONISTA
Ha esordito con un antipasto composto da una crèpes di grano saraceno con spinaci e scamorza affumicata, accompagnato da una knödel di formaggio “squacquerone” e spinaci, cialda di parmigiano e cubetti di pera.
Degli squisiti Spaghetti alla chitarra di farina di kamut, con crema di broccoli, pinoli tostati e polvere di germe di grano hanno stupito la commissione e preceduto un particolarissimo stufato di Seitan con funghi pioppini trifolati, ceci, finocchietto, e germogli di lenticchia.
Con un particolarissimo tortino di semi di papavero, arancia candita su un letto di crema al cioccolato al “ Grand Marnier” Federicoha terminato la presentazione dei piatti scelti per il suo esame di Cuoco Professionista.
Nota: Seitan è un prodotto alimentare derivato dal frumento, un concentrato di proteine vegetali alternativo alle tradizionali fonti proteiche di origine animale. Non a caso, il nome seitan – coniato da George Oshawa – tradotto dal giapponese significa “è proteina”.

FEDERICO TAMENGHI – CUOCO PROFESSIONISTA
Ha scelto per il suo esame di preparare bellissimi e buonissimi piatti, molto particolari e ricercati che hanno dato prova della maturità culinaria e della creatività raggiunta e prefezionata dall’allievo.
L’antipasto proposto da Federico è stato uno Sformatino di patate e topinambur, una pianta perenne erbacea originaria del Nord America.
Come primo piatto ha invece preparato degli Gnocchi di patata rossa ripieni di gamberi, canocchie e cipolle, su vellutata di carciofi romani.
Agli gnocchi ha fatto poi seguito una interessante composizione a base di lasagnette di cardi e coniglio cotto a bassa temperatura in salsa di tartufo, pan grattato. formaggio di fossa, accompagnato da pane di farro.
Il dolce è stato un ciambellone tipico marchigiano detto “Mungana” che nella sua forma dialettale significa “mucca di due colori”, accompagnato da un delizioso sciroppo di fichi e crema pasticcera.

ROBERTO FLAVIO MARTINEZ  – CUOCO PROFESSIONISTA
Un antipasto davvero originale a base di animelle di vitello con cipolle glassate e frutti di bosco ha colpito la commissione per la perfetta unione di sapori e ingredienti diversi e ha preceduto una deliziosa crema di ceci con funghi e cubetti di pancetta affumicata.
Roberto ha poi presentato sul tavolo della Commissione una quaglia ripiena di funghi misti, riso al brodo di pollo, pancetta con patate glassate e salsa all’aglio dolce che ha commissione ha giudicato “fantastica“.
Favolosa!” questo un altro commento della commissione riferito alla Mousse di cioccolato bianco con confettura di latte con la quale Roberto ha terminato la presentazione dei suoi eccellenti piatti.

 

Ai Neodiplomati vanno i nostri Complimenti e nostri più sinceri auguri per una brillante carriera.